Prossimi eventi

Archivio

Musica jazz
Musica classica
Musica popolare
Concerti di Buon anno

Torna indietro

01.04.1993
Chiesa di S. Abbondio / Gentilino
..

Gruppo Concertistico della Svizzera Italiana

Musica classica
..

Direzione: Robert M. Prandin
Solista: Pi-Chin Chien, violoncello

 

Il Gruppo Concertistico della Svizzera Italiana, orchestra da camera (15 archi, 6 fiati e clavicembalo), è stato costituito nel 1983 ed è da considerarsi come un organismo open.
Il Gruppo fa quindi capo ad una rosa di orchestrali e solisti molto vasta, oltre 150 musicisti scelti, che si alternano a dipendenza delle loro possibilità e delle necessità di organico legate alla programmazione.

Con grande soddisfazione, quindi, l'Associazione Lirico-orchestrale della Svizzera italiana (ALOSI), che gestisce il Gruppo Concertistico della Svizzera italiana e la Compagnia Lirica, è riuscita a coinvolgere in dieci anni numerose e diversificate forze musicali d'indirizzo professionale, provenienti dall'Accademia Vivaldi di Locarno, dall'Accademia di musica della Svizzera italiana di Lugano, dalla Scuola musicale di Lugano, dalla Società svizzera di pedagogia musicale, dai Conservatori di Como, Milano e Lucerna, nonché musicisti liberi di varia provenienza.

Tiene annualmente venti concerti, ospitando altrettanti solisti, spesso vincitori di concorsi internazionali.
Ha recentemente inciso un CD con musiche di Vivaldi e Telemann e altri due sono in corso di preparazione.
L'orchestra ha collaborato con il noto flautista Severino Gazzelloni.

 

 

Pi-Chin Chien, violoncellista, è nata a Taiwan. Ancora giovanissima si è prodotta in concerto per la radio e la televisione.
All'età di tredici anni effettua in qualità di solista una tournée con l'Orchestra Sinfonica di Taipeh.
Su consiglio del noto violoncellista Pierre Fournier si stabilisce in Europa. Dal 1982 abita a Zurigo. Frequenta così le classi di Markus Stocker e di Claude Starck al Conservatorio di Zurigo, dove consegue il diploma d'insegnante e di studi superiori con la menzione «distinction».
In seguito, frequenta i corsi di alto perfezionamento tenuti da Pierre Fournier, Mstislav Rostropovitch, Eberhard Finke e Daniel Schafran. In questi anni ha conseguito numerosi premi.

Nel 1991 è risultata l'unica violoncellista in occasione della finale del Premio Solista dell'Associazione dei musicisti svizzeri. Nel 1992 le viene conferito il secondo premio ex aequo di violoncello al concorso Promotion de Jeunes Musiciens promosso dall'Unione di Banche Svizzere.

 

 

PROGRAMMA

 

Il Concerto Grosso



Arcangelo Corelli (1653–1718)

Concerto Grosso N° 1 in re maggiore op. 6
per archi e basso continuo
Largo - Allegro - Largo - Allegro - Largo - Allegro


Georg F. Händel (1685–1759)
         
Concerto Grosso II in fa maggiore op. 6
           per archi e basso continuo

Andante larghetto - Allegro - Largo - Larghetto andante e piano - Allegro ma non troppo


Antonio Vivaldi (1678–1741)

Concerto in si minore per violoncello,
archi e basso continuo F. III N° 9
Allegro non molto - Largo - Allegro


Georg F. Händel (1685–1759)

Concerto Grosso I in sol maggiore op. 6
A tempo giusto - Allegro - Adagio -  Allegro


Antonio Vivaldi (1678–1741)
Concerto in do minore per violoncello, archi e basso continuo F. III N° 1
Allegro non molto - Adagio - Allegro ma non molto

..

Torna indietro